Yahoo!360. Di tutto un po’.

yahoo-logo

Nato da un mesetto circa, il nuovo servizio di Yahoo! promette, come dice lo stesso nome, di essere un servizio a 360 gradi.

Vediamolo meglio, cercando di capire cosa potrebbe riservarci questo strumento nel futuro.

In primo luogo, allo stato attuale di Beta, il servizio offre già una gamma piuttosto vasta di strumenti ed integrazioni.
Il primo (e anche ovvio) riguarda l’integrazione con il Messenger di Yahoo!, che si palesa nel mostrare, di fianco a ogni utente del servizio, porno l’icona con l’indicazione del suo stato (online o offline) sul Messenger.
Altre integrazioni importanti con strumenti già offerti dal famoso portale riguardano le fotografie e la possibilità di coindividere una lista di gruppi a cui si è sottoscritti (ovviamente su Yahoo!Groups).

La pagina principale di un utente Yahoo!360 mostra una panoramica sulle sue attività, ed è completamente configurabile dallo stesso utente, con diversi permessi di visualizzazione, a seconda della «distanza» che separa i visitatori dal proprietario della pagina video porno francais nel network di Yahoo!360 (i gradi supportati sono: amici, amici di amici e amici di amici di amici).
Ogni più piccolo parametro di configurazione è accessibile dalla propria pagina principale, insieme all’elenco delle attività effettuate dai propri contatti sul network.

Vediamo meglio quelli che dovrebbero rappresentare i servizi «di punta» offerti da Yahoo!360, ovvero l’integrazione con Yahoo!Photos e la possibilità di tenere un Blog.

Per quanto riguarda Yahoo!Photos, chi nella sua vita avesse visto Flickr, senza dubbio rimarrà deluso dalla «povertà» di questo servizio di Yahoo!, che permette all’utente di inserire una determinata foto in un unico «Album», non permette di commentare le fotografie e soprattutto mostra in modo predefinito lo «slideshow» delle fotografie invece che una pagina che mostri semplicemente le icone delle immagini presenti nell’album fotografico che si sta sfogliando.
Si vocifera di una maggiore integrazione tra i due servizi (Yahoo!360 e Flickr), a causa della recente acquisizione di Flickr da parte di Yahoo!, ma per ora non si è ancora visto nulla, e gli utenti si limitano ad una preferenza per Flickr, nonostante ogni tanto condividano le proprie fotografie anche attraverso il Blog di Yahoo!360 piuttosto che attraverso Yahoo!Photos.

Passando al Blog integrato in Yahoo!360, anche questo pare piuttosto povero, paragonato a qualsivoglia altro servizio.
I grossi punti negativi sono i seguenti:

La mancanza di segnalazioni quando si riceve un commento a un proprio post.
La limitazione a una singola foto per ogni singolo post, senza la possibilità di modificarne gli attributi.
L’impossibilità di modificare il template, uguale per tutti, che fa sentire gli utenti meno «a casa propria».
La limitazione a 5 post per pagina, che impedisce di scrivere troppo, per non rischiare che i post vengano persi dai propri amici.
La mancanza di archivi per data rende, a lungo termine, quasi impossibile ricercare un post all’interno di un Blog su Yahoo!360.

Una cosa invece molto piacevole e apprezzata dagli utenti è il cosiddetto «Blast», ovvero un breve messaggio che l’utente può inserire, e che viene visualizzato in cima alla propria Home Page, utile per segnalare per esempio qualche sito al volo.

Nonostante i lati negativi, che forse sono più sentiti da chi è più esigente, e saranno meno sentiti da molti nuovi utenti, il servizio resta comunque valido, e soprattutto è ancora in fase Beta.
È quindi prematuro dare un giudizio assoluto, ed è utile approfittare della funzione di Feedback, il cui link è visualizzato su ogni pagina di Yahoo!360, in modo da rendere noto agli sviluppatori quali siano le esigenze degli utenti.

Firefox Toolbar, sempre più utili.

Google-Toolbar-in-Firefox-5

I motori di ricerca si adeguano alla moda, creando nuove Toolbar anche per FireFox e quindi rendendole cross-platform.

I primi (e per ora unici) due motori di ricerca a rendere disponibili le proprie Toolbar per FireFox sono stati Yahoo! e Ask Jeeves, in modalità ovviamente diverse, dati i diversi servizi offerti dai portali.

La prima arrivata è stata la Toolbar di Yahoo!, annunciata ufficialmente nella sua nuova versione in data 5 Aprile con l’altisonante titolo “No Platform Left Behind…”, proprio per rendere noto agli utenti che questa Toolbar, tutt’ora in Beta, sarebbe stata disponibile per tutti sistemi operativi.
La gestione della Toolbar è semplice e personalizzata (a patto di avere un account gratuito su Yahoo!), e permette di avere un set di Bookmark personalizzato che ci si può portare appresso di computer in computer, a condizione di avere FireFox e la Toolbar installati sul porno computer in uso.
E’ anche possibile personalizzare i bottoni presenti nella barra, in modo da avere accesso facilitato alle aree del portale di maggiore interesse.
Nella versione per Windows, la Toolbar integra anche un anti-spyware, molto utile dato l’elevato numero di “programmi spia” normalmente presenti in una tipica installazione di Windows.

La seconda Toolbar arrivata è stata quella forinita da Ask Jeeves, annunciata in data 11 Aprile, in coincidenza con un upgrade del servizio “My Jeeves”.
Le caratteristiche di questa barra sono ovviamente diverse da quelle della “cugina” Yahoo!, soprattutto per le differenze tra i due portali.
La Toolbar di Ask Jeeves infatti si integra con il servizio (in fase Beta) “My Jeeves” fornito dal portale, che permette di salvare sui server di Ask Jeeves le proprie immagini e pagine web preferite, come se fosse una sorta di “storage” esterno.
Per questa barra, la caratteristica più interessante è l’opportunità di impostare i propri “bookmark” in folder (cartelle), in modo da organizzarli per “categoria”.

Entrambe le Toolbar risultano a loro modo utili, anche se quella di Ask Jeeves perde parte della sua utilità limitando i servizi esterni (ad esempio Meteo e Mappe) ai soli Stati Uniti (almeno per ora), impedendo però all’utente italiano di rimuovere gli inutili bottoni.
Un altro dato negativo della barra di Ask Jeeves è dato dal fatto che è possibile salvare le immagini nella propria raccolta solamente se queste vengono ricercate utilizzando l’apposito servizio offerto da Ask Jeeves.
La Toolbar di Yahoo! è invece molto più personalizzabile, forse perché Yahoo! offre molti più servizi di Ask Jeeves.

L’installazione delle Toolbar (come estensioni del Browser) è automatizzata su FireFox, anche se l’installazione viene prima bloccata dal browser per motivi di sicurezza ed è necessario abilitare manualmente i siti all’installazione di estensioni al Browser.

In questo nuovo panorama di ToolBar ufficiali per FireFox rimane ancora estraneo Google, la cui Toolbar sarebbe forse la più utile, e per la quale è tutt’ora necessario ricercare alternative non ufficiali.

Fotografia digitale, come cambia la nostra vita.

Modern wireless technology illustration with a computer device

Cellulari e macchine fotografiche digitali ci permettono di fotografare di più e più spesso, come cambiano la nostra vita?

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un grosso passo avanti per quanto riguarda la fotografia, passando dalle macchine fotografiche a 35mm a quelle digitali.
La macchina fotografica digitale permette di scattare un numero maggiore di fotografie, senza la preoccupazione per il rullino e per le spese porn di sviluppo, consentendo quindi al fotografo di fare più prove per ogni singolo scatto, per poi conservare solamente gli scatti migliori.

Allo stato attuale, le macchine fotografiche digitali hanno raggiunto una qualità degna di macchine standard per professionisti, consentendo al fotografo di impostare ogni minimo particolare per lo scatto, utilizzando la macchina digitale come se fosse una normalissima macchina fotografica reflex di alta qualità.

Le schede di memoria riutilizzabili rendono possibile al fotografo scattare più fotografie, senza la preoccupazione dell’acquisto dei rullini. E’ infatti possibile acquistare tre o quattro schede per la propria macchina, e man mano che si terminano, sostituirle, per poi riutilizzarle una volta scaricate le foto sul computer.
Le limitazioni di spazio si possono eliminare anche acquistando un supporto di memorizzazione esterno; esistono infatti lettori di schede dotati di Hard Disk da 20 gigabyte e superiori, alimentati a batteria, che permettono al fotografo di scaricare le schede man mano che queste si riempiono, in modo da poterle riutilizzare subito.

Ultimamente nel panorama della fotografia digitale si sono inseriti anche i cellulari di ultima generazione, dotati di macchine fotografiche sempre più potenti (fino a 2 megapixel), e di ottiche blasonate, come ad esempio l’ultimo nato della Nokia, l’N90, dotato di ottiche Zeiss.
Benché alcuni pensino che i Cameraphone, a causa della qualità fotografica inferiore, siano destinati ad un utilizzo inferiore, la loro capacità di inviare le fotografie via posta elettronica (ad esempio su Flickr) per condividerle, li rende comunque molto utili, soprattutto per effettuare scatti rapidi, in situazioni in cui il tempo utilizzato per estrarre la macchina fotografica, accenderla, e impostarla, farebbe perdere l’occasione.

Grazie alle nuove tecnologie, e soprattutto ai Cameraphone, le fotografie scattate sono in costante aumento, e permettono di conservare una maggiore memoria, sia della nostra vita quotidiana, sia di eventi di più ampia risonanza, anche dal punto di vista dell’uomo comune.